Micso: storia di un dominio | Blog Wadsl

Micso: storia di un dominio

1996: un anno qualsiasi? Non certamente per Micso, come vedremo a breve!

Tutti noi interagiamo quotidianamente con diversi siti web: Facebook, Amazon, il sito delle Poste, quotidiani online, e-commerce, e così via. Ogni sito ha un suo preciso indirizzo, che inizia con www, e fa riferimento a ciò che si chiama tecnicamente dominio.

Facciamo un passo indietro.

Agli albori di Internet, i vari computer (host) comunicavano tra loro esclusivamente tramite il proprio indirizzo numerico, il famoso indirizzo IP. Al crescere del numero dei computer in rete, si adottò la pratica di usare un unico file di testo, una sorta di “pagine gialle” di Internet, in cui ad ogni indirizzo numerico veniva abbinato il nome del relativo computer.

Ma col tempo le dimensioni del file divennero tali da dover ricorrere ad un altro sistema: fu così che vennero inaugurati i nomi di dominio, nella forma dominio.it.

In questo modo, fu possibile far riferimento ad un particolare computer in rete con un nome, facile e immediato da ricordare.

La nascita di un dominio si ha con la registrazione dello stesso. Volendo fare un’analogia con il mondo dei brevetti, equivale a registrare un marchio, un nome, un brand.

Solitamente viene scelto il nome della società seguito da una specifica estensione, detta anche TLD (Top Level Domain).

Ne esistono a centinaia, a seconda degli scopi:

.com per le attività commerciali (apple.com)

.org per le organizzazioni (greenpeace.org)

.gov relativa a istituzioni governative (whitehouse.gov, Casa Bianca)

.mil è riservata agli ambiti militari (army.mil, Esercito degli Stati Uniti D’America)

.edu per le strutture scolastiche ed educative in generale (harvard.edu)

Più, naturalmente, tutte le estensioni relative ai vari stati: .it per l’Italia, .es per la Spagna, .fr per la Francia e così via.

Il primo dominio ad essere registrato, nel 1985, fu symbolics.com, relativo all’azienda Symbolics Inc., una società di sistemi informatici a Cambridge.

Una volta ottenuto il proprio dominio, cosa si fa?

Ci si ricava il proprio angolo all’interno dell’immenso World Wide Web, solitamente appoggiandosi ad una società di hosting, per pubblicare online le proprie pagine con testi, immagini, video, blog e quant’altro, ed essere finalmente visibili da qualsiasi parte del pianeta!

Non dimentichiamo poi che insieme al sito web, il possesso di un dominio comporta anche la possibilità di creare caselle di posta elettrica e iniziare così a spedire e ricevere e-mail.

E fu proprio Il 21 agosto 1996, esattamente 25 anni fa, che Micso registrò il dominio micso.it ed iniziò la sua vita nel mondo del WWW (World Wide Web )!

Questa è l’immagine di più vecchia data che siamo riusciti a recuperare nella memoria del web, e mostra come appariva il sito www.micso.it nel 1998:

 

micso_story

 

Non ci resta che arrivare, progressivamente, ai giorni nostri!

1999

 

2

 

2000

 

3

 

2002

 

4

 

2005

 

5

 

2007

 

6

 

Ed ecco, finalmente, il sito ai giorni nostri!

 

7

 

Se dopo questo viaggio nel tempo, è nato anche a voi il desiderio di entrare a far parte della Rete delle reti (Internet), non resta che visitare il nostro sito http://www.mhost.it/products/mhost/tecnologia.php e acquistare il servizio di hosting per il vostro primo, e unico al mondo, dominio!