MicsoStories presenta: CITTÀ SANT’ANGELO, una Slow City dall’anima Smart | Blog Wadsl

MicsoStories presenta: CITTÀ SANT’ANGELO, una Slow City dall’anima Smart

Città Slow è il riconoscimento conferito ai comuni che si impegnano a perseguire una vivibilità sostenibile, riscoprendo e valorizzando la propria identità territoriale.

Una vita a misura d’uomo che sa seguire il ritmo lento delle stagioni, rispettare la salute dei suoi cittadini e valorizzare le proprie ricchezze, dalle opere d’arte alle tradizioni artigiane ed enogastronomiche.

Città Sant’Angelo, comune abruzzese ammesso a pieno titolo nel club dei Borghi più belli d’Italia grazie al suo straordinario patrimonio culturale e artistico, e inserito nel 2018 nella prestigiosa classifica di Forbes dei “10 luoghi migliori al mondo in cui vivere”, ha ottenuto nel 2020 anche il riconoscimento internazionale di “Città Slow”, per i progetti varati a sostegno della socialità e dell’inclusività dei ragazzi nel periodo dell’emergenza Covid.

 

Una Slow City però, non può non essere anche una Smart City. La vocazione al “vivere lento” funziona davvero se unita alla crescita tecnologica, indispensabile per abbattere il divario digitale e promuovere progetti innovativi e burocrazia snella.

Città Sant’Angelo ha scelto MICSO come partner unico per perseguire questo obiettivo e diventare una Città slow del futuro.

Tutte le sedi comunali, le scuole e gli uffici pubblici sono oggi connessi grazie a progetti mirati di connettività wireless in tecnologia FWA (Micso WiFiber a banda dedicata) che hanno consentito, anche alle aree territorialmente più svantaggiate, un accesso tecnologico strategico, facile e integrato, divenuto una risorsa imprescindibile durante l’emergenza Covid.

Matteo Perazzetti, il sindaco di Città Sant’Angelo, ci ha raccontato com’è andata.

Guarda l’intervista: